Programma Transappenninica 2019 – III tappa

La terza tappa di venerdì 10 maggio partirà alle ore 9,00 da “Borgo La Bagnaia Resort Golf e Spa”.

Da qui gli equipaggi si dirigeranno verso la val d’elsa per raggiungere Volterra, celebre località etrusca.

Da Volterra il percorso proseguirà verso San Gimignano, sito Unesco dal 1990. 

Lasciata San Gimignano, l’itinerario attraverserà la val di pesa passando per le località di Poggibonsi, Tavarnelle, Barberino e San Casciano. 

Dopo la sosta per il pranzo il percorso riprenderà addentrandosi nel cuore del Chianti Classico verso Castellina in Chanti

La tappa si concluderà con l’arrivo a Radda in Chianti.

The third stage of Friday 10 May will start at 9.00 am from “Borgo La Bagnaia Resort Golf and Spa”.

From here the crews will head towards the Val d’Elsa to reach Volterra, a famous Etruscan town.

From Volterra the route will continue towards San Gimignano, a UNESCO site since 1990.

Leaving San Gimignano, the itinerary will cross the val di pesa passing through the towns of Poggibonsi, Tavarnelle, Barberino and San Casciano.

After lunch the route will resume entering the heart of the Chianti Classico towards Castellina in Chanti.

The stage will end with the arrival in Radda in Chianti.

Volterra è una città dall’aspetto inconfondibilmente medievale, dove è ancora possibile gustare l’atmosfera di un borgo antico.

A Volterra la storia ha lasciato il segno con continuità dal periodo etrusco fino all’Ottocento: la città è ricchissima di testimonianze artistiche di grandissimo rilievo, da ammirare passeggiando per le vie del centro storico.

Le bellezze continuano anche appena fuori dal centro storico, dove è possibile ammirare lo splendido Teatro romano, così come le rovine dell’Acropoli etrusca.

Volterra is an unmistakably medieval-looking city, where it is still possible to enjoy the atmosphere of an ancient village.

In Volterra, history has left its mark with continuity from the Etruscan period until the nineteenth century: the city is rich in artistic testimonies of great importance, to admire walking through the streets of the historic center.

The beauties also continue just outside the historic center, where you can admire the splendid Roman Theater, as well as the ruins of the Etruscan Acropolis.

“Capolavoro del genio creativo umano, porta la testimonianza unica di una civiltà del passato e l’eccezionale esempio di un complesso architettonico e paesaggistico, testimonianza di importanti tappe della storia umana.” Con queste motivazione l’Unesco nel 1990 ha iscritto San Gimignano nella Word Heritage list.

Il suo aspetto infatti è rimasto per lo più intatto e la città rappresenta ancor oggi uno dei migliori esempi europei di organizzazione urbana del medioevo.

Il tratto caratteristico di questo paese – che colpisce e cattura lo sguardo in lontananza – sono le  spettacolari e inconfondibili torri che dominano il paesaggio, ognuna delle quali ha una propria storia da raccontare. 

“A masterpiece of human creative genius, it bears the unique testimony of a civilization of the past and the exceptional example of an architectural and landscape complex, testimony to important stages of human history.” With these reasons UNESCO in 1990 enrolled San Gimignano in the Word Heritage list.

In fact, its appearance has remained largely intact and the city still represents one of the best examples of medieval urban organization in Europe.

The characteristic feature of this town – which catch the eye in the distance- is the spectacular and unmistakable towers that dominate the landscape, each of which has its own story to tell.

Nel 1716 il Granduca Cosimo III de’ Medici in un bando definì il perimetro geografico del Chianti, ovvero la zona in cui questo vino poteva, e doveva, essere prodotto per definirsi tale! A distanza di 300 anni  il Chianti si conferma ancora territorio d’elezione per vini straordinari

Percorrendo la via del Chianti Classico è normale rimanere a bocca aperta dalla meraviglia: il paesaggio circostante è a dir poco straordinario. Il verde delle colline si sposa così perfettamente con l’azzurro del cielo che sembra di stare in una cartolina.

Questa zona è simbolo della produzione di buon vino e della cucina di alta qualità della Toscana.

In 1716 the Grand Duke Cosimo III de ‘Medici in a call to define the geographical perimeter of Chianti, or the area where this wine could, and should, be produced to be called such! At a distance of 300 years, Chianti is still confirmed as the territory of choice for extraordinary wines

Along the way of the Chianti Classico it is normal to be amazed by the wonder: the surrounding landscape is nothing short of extraordinary. The green of the hills fits so perfectly with the blue of the sky that seems to be in a postcard.

This area is a symbol of the production of good wine and quality Tuscan cuisine.

Una cattedrale quasi invisibile: due incisioni sottili nel fianco della collina , in mezzo al più classico paesaggio toscano, e nel ventre di essa un’opera di architettura straordinaria. E’ questa la Cantina del Chianti Classico Marchesi Antinori, storica casa fiorentina le cui origini risalgono al 1385. .Antinori è una delle famiglie più importanti e apprezzate in tutto il mondo per la produzione di vini pregiati e di altissima qualità. 

La nuova cantina della zona del Chianti, ristrutturata nel 2012, sancisce il legame con il territorio dove il vino è il centro del percorso di visita in un mix straordinario di design, lusso ed eleganza che sembra fondersi con la terra circostante.

An almost invisible cathedral: two thin incisions in the side of the hill, in the middle of the most classic Tuscan landscape, and in the belly of it a work of extraordinary architecture. This is the Cantina del Chianti Classico Marchesi Antinori, a historic Florentine house whose origins date back to 1385. Antinori is one of the most important and appreciated families in the world for the production of fine wines of the highest quality. The new winery in the Chianti area, renovated in 2012, establishes the link with the territory where wine is the center of the visit in an extraordinary mix of design, luxury and elegance that seems to blend with the surrounding land.

I borghi di Castellina e Radda sono considerati le capitali storiche del Chianti con radici antichissime di epoca etrusca.

Le strade del Chianti da sempre sono una delle mete preferite per tutti gli appassionati di motori e proprio nel territorio di Castellina si disputa una delle gare italiane per autostoriche più apprezzate del campionato europeo velocità montagna. 

The villages of Castellina and Radda are considered the historical capitals of Chianti with very ancient roots from the Etruscan period.

The roads of Chianti have always been one of the favorite destinations for all historic cars enthuisiasts and in the territory of Castellina take place every years one of the most famous Italian races valid for the european historic hillclimb championship.

Venerdì 10 maggio

Ore 9,00 Siena: partenza terza tappa/start of the third leg

Volterra e San Gimignano : sosta vetture/ break

Transito/transit: Poggibonsi – Barberino Val d’Elsa

San casciano Val di Pesa: sosta pranzo/lunch break 

Transito/transit :Castellina in Chianti

Ore 17,30: arrivo a/arrival to Radda in Chianti – fine terza tappa/ end of the third leg.

Programma Transappenninica 2019 – II tappa

La seconda tappa di giovedì 9 maggio  partirà alle ore 9,00 dalla bella cornice di Gubbio.

Da qui gli equipaggi si dirigeranno verso la cittadina di Umbertide per poi lasciare il territorio umbro ed entrare in toscana raggiungendo la splendida Cortona.

Dopo una breve sosta, da Cortona il percorso proseguirà verso la Val d’Orcia dove attraverserà le rinomate località di Montepulciano, Pienza e San Quirico d’Orcia.

Dopo la pausa pranzo le vetture prenderanno quindi la direzione di Siena percorrendo la celebre via Cassia, strada dal grande fascino paesaggistico e teatro di sfide memorabili nelle storiche edizioni della Mille Miglia di velocità corsa sino al 1957.

La tappa si concluderà con l’arrivo al “Borgo La Bagnaia Resort Golf e Spa”, meravigliosa struttura alle porte di Siena, dove gli equipaggi potranno rilassarsi usufruendo di tutti i comfort della struttura.

The second stage of Thursday 9 May will start at 9.00 from the beautiful setting of Gubbio.

From here the crews will head towards the town of Umbertide and then leave the Umbrian territory and enter in Tuscany reaching the splendid Cortona.

After a short stop, from Cortona the route will continue towards the Val d’Orcia where it will cross the famous historical villages of Montepulciano, Pienza and San Quirico d’Orcia.

After the lunch break, the cars will then take the direction of Siena along the famous Via Cassia, a street with a great landscape charm and theater of memorable challenges in the historic edition of the Mille Miglia race speed up to 1957.

The stage will end with the arrival at “Borgo La Bagnaia Resort Golf and Spa”, a wonderful structure just outside Siena, where the crews can relax and take advantage of all the comforts of the structure.

S. Quirico d’ Orcia, oltre ad essere un borgo storico molto rinomato riveste anche una grande importanza legata alla storia delle corse su strada.

Tutte le edizioni della mille miglia sono transitate da qui ed il tratto che va da S.Quirico a Torrenieri è l’unico di tutto il tracciato che non è mai cambiato nel corso degli anni.

All’uscita di San Quirico d’Orcia sono ancora presenti sui muri dei ponti le scritte di incitamento ai grandi campioni del passato e nel 2011 è stata posta all’uscita del centro storico una scultura in memoria del campione Tazio Nuvolari. 

S. Quirico d ‘Orcia, besides being a very famous historical village also has a great importance linked to the history of road racing.

All the editions of the “Mille Miglia” race have passed through here and the stretch that goes from S.Quirico to Torrenieri is the only one of the whole route that has never changed over the years.

At the exit of San Quirico d’Orcia there are still inscriptions of great champions of the past on the walls of the bridges and in 2011 a sculpture in memory of the champion Tazio Nuvolari was placed at the exit of the historical center.

Giovedì 9 maggio/Thursday, May 9th

9,00 am Gubbio: partenza seconda tappa/start of second leg

Transito/transit Umbertide – Cortona  

12,30 a.m. Montepulciano-Pienza: sosta e pranzo/lunch break 

Transito/transit San Quirico d’orcia – Buonconvento

Programma Transappenninica 2019 – I tappa

La prima trappa di mercoledì 8 maggio partirà alle ore 10,00 dalla prestigiosa location di Parco Fellini antistante il Grand Hotel sul lungomare di Rimini. Da qui l’itinerario si dirigerà nell’entroterra in direzione di Urbino.
Dopo una sosta il percorso proseguirà nel territorio del comune di Fermignano per poi percorrere la famosa “Gola del Furlo”, antica strada di epoca romana di grande fascino per lo scenario unico.
Attraversando il comune di Cagli le vetture raggiungeranno quindi la città di Gubbio, dove la tappa si concluderà con la sfilata delle vetture per il centro storico. 
La sistemazione degli equipaggi e la cena avverranno presso il “Park Hotel Ai Cappuccini”, antico monastero del XVII secolo sapientemente ristrutturato unendo, in una felice ed equilibrata combinazione, antichi ambienti e nuovi comfort.

The first leg of Wednesday, May 8, will start at 10.00 from the prestigious location of “Parco Fellini” in front of the Grand Hotel on the seafront of Rimini. The route will move inland in the direction of Urbino where there will be a break.
From Urbino the itinerary will run through the town of Fermignano and then will interest  the famous “Gola del Furlo”, an ancient Roman road of great charm for the unique scenery.

Crossing the towns of Cagli the cars will then reach the city of Gubbio, where the end will end with the parade of cars in the enchanting historic center.
The accomodation and dinner will be held at the “Park Hotel Ai Cappuccini”, an ancient seventeenth century monastery wisely restructured combining, with a nice balance, ancient environments and new comforts.

Il Parco Federico Fellini, che si sviluppa a due passi dalla spiaggia di Rimini, è suddiviso in grandi porzioni  e comprende il giardino del Grand Hotel di Rimini, reso famoso dal regista Federico Fellini, nativo di Rimini, nel suo celeberrimo “Amarcord”. Il Grand’hotel di Rimini è la prestigiosa location prescelta per l’arrivo e la partenza della Transappenninica 2019.

The “Parco Federico Fellini”, which is located a few steps from the beach of Rimini, is divided into large portions and includes the garden of the Grand Hotel of Rimini.The hotel was celebrated by the famous director Federico Fellini, native of Rimini in one of his most succesfull movie, “Amarcord”. The Grand hotel in Rimini is the prestigious location chosen for the arrival and departure of the Transappenninica 2019.

Immersa nelle morbide colline marchigiane tra la valle del Metauro e la valle del Foglia, Urbino è una città d’immensa ricchezza storica e artistica. 
Circondata da una lunga cinta muraria in cotto e adornata da edifici in pietra arenaria, grazie al lavoro di importanti artisti Urbino da semplice borgo divenne “culla del Rinascimento” e, ancora oggi, percorrendo il suo centro storico se ne respira l’aria quattrocentesca.Dal 1998 è inserita nella Unesco World Heritage List.

Immersed in the rolling hills of the Marche region between the Metauro valley and the Foglia valley, Urbino is a city of immense historical and artistic richness.
Surrounded by a long terracotta wall and adorned with sandstone buildings, thanks to the work of important artists, Urbino became the “cradle of the Renaissance” and, even today, going through its historical center it breathes the fifteenth-century air. Since 1998 it has been included in the Unesco World Heritage List.

Lungo la Via Flaminia (l’antica via aperta nel 220 a.C., che portava da Roma a Rimini), sul tratto in cui questa costeggia il fiume Candigliano, si trova la celebre Gola del Furlo, divisa tra i Comuni di Fermignano ed Acqualagna. Tra il 76-77 d.C. l’imperatore Vespasiano fece costruire, a lato di un piccolo varco di epoca etrusca, una galleria, nel punto più stretto della Gola (dal latino forulum, da cui Furlo). Il passaggio, lungo 38,30 m, largo 5,47 m e alto circa 6m, fu scavato nel calcare compatto, interamente con scalpelli e picconi; sulle pareti interne sono tuttora visibili i tagli effettuati nella roccia dagli intagliatori romani.

Along the Via Flaminia (the ancient open road in 220 BC, which led from Rome to Rimini), along the river Candigliano, is the famous Gola del Furlo, divided between the towns of Fermignano and Acqualagna. .Between 76-77 d.C. the emperor Vespasian built a tunnel on the side of a small passage of the Etruscan period, at the narrowest point of the “Gorge” (forulum, from which Furlo). The passage, 38.30 m long, 5.47 m wide and about 6 m high, was opened into the compact limestone, entirely with chisels and picks; on the internal walls are still visible cuts made in the rock by Roman carvers.

 
 

Gubbio è tra le più antiche città dell’Umbria, meravigliosamente conservata nei secoli e ricca di monumenti che testimoniano il suo glorioso passato. Testimonianza delle sue antiche origini sono le Tavole Eugubine, uno dei più importanti documenti italici ed il Teatro Romano situato appena fuori le mura. Sovrastata dall’alto dalla monumentale Basilica di Sant’Ubaldo che custodisce le spoglie incorrotte del Patrono, Gubbio ospita capolavori architettonici che simboleggiano e richiamano la potenza di questa città-stato medievale.  

Gubbio is one of the oldest cities in Umbria, marvelously preserved over the centuries and rich in monuments that bear witness to its glorious past. Testimony of its ancient origins are the Tavole Eugubine, one of the most important Italian documents, and the Roman Theater located just outside the walls. Overlooked from above by the monumental Basilica of Sant’Ubaldo which houses the incorrupt remains of the Patron, Gubbio houses many architectural masterpieces that symbolize and recall the power of this medieval city-state.

 
 

 
 

Mercoledi 8 maggio/Wednesday May 8th

8,00-9,45: Grand’Hotel Rimini:verifiche/documents check 

10,00: partenza/ departure of the first car

11,30: Urbino prova di abilità e sosta vetture

Transito/transit Fermignano – Furlo – Acqualagna 

17,00: Gubbio – arrivo prima tappa/end of first leg

Sfilata vetture nel centro storico/ parade of cars in the historic center

Cena e pernottamento/Dinner and overnight “Park hotel Capuccini”

 
 

TRANSAPPENNINICA 2019

 

Ritorna la Transappenninica con la XXXII edizione che si terrà dall’8 al 12 maggio 2019.

La manifestazione organizzata da Scuderia Romagna a partire dal 1985, è molto conosciuta ed apprezzata anche all’estero per la capacità di saper coniugare la bellezza e gli aspetti culturali del territorio italiano con la cura per l’ospitalità che si spinge sino al dettaglio per far vivere ai partecipanti un’esperienza unica e coinvolgente.

Il programma di questa edizione porterà gli equipaggi a percorrere le più belle strade di Emilia-Romagna, Umbria e Toscana con un itinerario in 4 tappe che partirà dalla suggestiva Piazza Federico Fellini sul lungomare di Rimini. Si proseguirà attraversando l’Appennino Umbro in direzione di Gubbio, per poi addentrarsi nel territorio toscano toccando le affascinanti località di Cortona, Pienza e San Quirico d’Orcia. Il percorso proseguirà lungo le meravigliose colline del Chianti classico tra le province di Siena e Firenze e si concluderà sabato 11 maggio con il rientro a Rimini, cui seguirà la cena di gala ed il pernottamento presso il Grand’Hotel.

Numerose le novità di questa edizione che punta ad accrescere ulteriormente il coinvolgimento dei partecipanti in un mix ideale tra piacere di guida, bellezze paesaggistiche, enogastronomia, relax e divertimento. Tra queste, per la prima volta, gli equipaggi si sfideranno in prove di regolarità lungo il percorso che daranno luogo ad una classifica finale stilata applicando i coefficienti di anzianità delle vetture partecipanti.

Le iscrizioni apriranno lunedì  8 ottobre e sono riservate a vetture costruite fino al 1960 (periodo FIVA  E). Saranno accettate al massimo 50 vetture ed è prevista la formula “early booking” che da diritto ad una tassa di iscrizione agevolata per i concorrenti che si iscriveranno entro il 30 novembre 2018.

Per informazioni è possibile contattare l’organizzazione Scuderia Romagna via mail all’indirizzo info@scuderiaromagna.com oppure al numero +39 347/1387748.

 

 

Transappenninica is back with its XXXII edition taking place from 8 to 12 May 2019.

The Rally organized by Scuderia Romagna since 1985, is well known and appreciated on the international scene for its ability to combine the beauty and cultural aspects of the Italian territory with the care for hospitality that goes so far as to detail to make experience a unique and engaging experience for the participants.

The program of this edition will bring the crews to travel the most beautiful roads of Emilia-Romagna, Umbria and Tuscany with a 4-stop itinerary that will start from the suggestive Piazza Federico Fellini on the Rimini seafront. We will continue through the Umbro Apennines in the direction of Gubbio, and then enter the Tuscan territory touching the charming towns of Cortona, Pienza and San Quirico d’Orcia. The route will continue along the beautiful hills of the famous “Chianti” between the provinces of Siena and Florence and will end on Saturday 11 May with the return to Rimini, followed by a gala dinner and overnight at the Grand’Hotel.

This edition include numerous new features with a common aim  to increase the involvement of the participants in an ideal mix of driving pleasure, scenic beauty, gastronomy, relaxation and fun. Among these, for the first time, the crews will compete in regularity tests along the route that will result in a final classification drawn up by applying the seniority coefficients of the participating cars.

Registrations will open on Monday 8 October and are reserved for cars built until 1960 (FIVA E period). A maximum of 50 cars will be accepted and the “early booking” formula will be applied with a preferential registration fee for competitors who will register until 30th November 2018.

For any information is possible to contact us by email: info@scuderiaromagna.com  or by phone: +39 34771387748

Sono aperte le iscrizioni alla XXXII Transappenninica

Sono aperte le iscrizioni alla XXXII edizione della Transappenninica, in partenza da Milano Marittima il prossimo 6 maggio 2018.

Le iscrizioni potranno essere effettuate online collegandosi alla sezione 2018 > Iscrizione online, oppure scaricando il modulo stampabile dalla sezione 2018 > Regolamento e inviandolo via fax o posta unitamente a una foto della vettura, copia del passaporto FIVA e ricevuta di pagamento della tassa di iscrizione.

 

Le iscrizioni chiuderanno mercoledì 28 febbraio 2018.

 

XXXII Transappenninica dal 6 al 12 Maggio 2018

Seguiteci sul nostro sito e sulle nostre pagine social per scoprire tutte le fantastiche novità della XXXII edizione della Transappenninica.

 

Transappenninica è un raduno internazionale a calendario ASI e FIVA per auto d’epoca costruite prima del 1945, organizzato da C.R.A.M.E. e Scuderia Romagna dal 1985. La XXXII edizione partirà e si concluderà in Romagna a Milano Marittima durante la seconda settimana di maggio. Percorrerà un fantastico itinerario alla scoperta del Veneto, regione ricca di storia, tradizioni, arte e splendidi paesaggi. Dalla laguna di Venezia ai territori di Valdobbiadene e Valpolicella, con i loro prelibati vini, fino agli a ascinanti panorami del lago di Garda, l’attenzione degli organizzatori, come da tradizione, sarà tutta focalizzata sull’ospitalità, cullando i partecipanti nei migliori ristoranti e resort.

Transappenninica is an international historic cars gathering, listed in the ASI e FIVA calendars, organised by Crame and Scuderia Romagna since 1985.
The route for the XXXII edition will take place in the second week of May starting from and arriving in Cervia – Milano Marittima on the adriatic coast. The itinerary will run across Veneto, famous Italian region rich of history, tradition, art and amazing landscapes. Venice, Valdobbiadene and Valpolicella with their wines and the enchanting Lake Garda landscapes are just some of the amazing experiences included in the tour. As per our tradition, during all the event, the organization team will take care of hospitality picking up only the best restaurants and resorts.

Giulio: +39 348 7214553 | Raffaele: +39 347 1387748

info@transappenninica.com

 

 

MAUTO – Museo dell’Automobile di Torino

La Transappenninica 2017 approderà al MAUTO, il Museo nazionale dell’automobile di Torino, precedentemente intitolato a Carlo Biscaretti di Ruffia ora a Giovanni Agnelliè considerato tra i più importanti e antichi musei dell’automobile del mondo.

L’Architetto Amedeo Albertini progettò appositamente per ospitare il Museo un edificio che si trova sulla riva sinistra del Po, poco distante dal Lingotto. Nel 2005 sono iniziati i lavori di restauro e rinnovamento dell’edificio che terminano nel Settembre 2014 e che mirano a rendere il museo più interattivo oltre ad un maggiore sviluppo della comunicazione multimediale. Questo Museo vanta una delle collezioni automobilistiche più rare ed interessanti. Si trovano qui oltre 200 automobili originali, dalla metà dell’800 ad oggi, di oltre 80  marche diverse, provenienti da diversi paesi tra cui l’Italia, ovviamente, ma anche la Francia, la Gran Bretagna, la Germania, la Polonia, l’Olanda, la Spagna e gli Stati Uniti.

Tra i pezzi più rappresentativi e pregiati della collezione troviamo:
– la vettura a vapore Bordino del 1854
– la prima automobile FIAT (la FIAT 3 ½ HP del 1899) che non aveva ancora la retromarcia
– La Jamais Contente del 1899, la prima automobile che poteva superare i 100 km/h
– l’Itala “Palombella” del 1909 appartenuta alla regina Margherita
– la Ferrari 126 C2 con cui Gilles Villeneuve corse nel 1982
– la Ferrari 500 F2 con cui Alberto Ascari vinse il titolo mondiale nel 1952
– la Peugeot Type 3 del 1893, il primo modello Peugeot presente in Italia

 

Oltre alle automobili si trovano nel museo anche numerosi telai e motori. Nel piano interrato, un’area di circa 2000 m2 che è stata creata durante i lavori di restauro, sono presenti altre vetture che vengono esposte a rotazione con altre per ovvi problemi legati allo spazio. Questa parte del museo non aperta ai visitatori ma è possibile vederla facendone previa richiesta.

 
Il museo nazionale dell’automobile di Torino è  oggi uno dei musei di automobili più antichi del mondo ed è unico nel suo genere in Italia. Per gli appassionati delle quattro ruote è una tappa obbligatoria per osservare da vicino l’evoluzione di un’invenzione cosi importante.

Transappenninica 2017 al via dallo storico stabilimento Fiat Lingotto

Poco dopo la sua fondazione, nel 1899, la Fiat costruisce in corso Dante i primi stabilimenti, su disegno di Enrico Bonicelli, che tuttavia, dopo pochi anni appaiono insufficienti.

Si decide così la costruzione di un edificio unico: individuata l’area nella parte meridionale della città e avviato il raccordo ferroviario, dal 1912 si lavora al progetto architettonico.

Rimane difficile attribuire il disegno ad un unico autore: l’ingegner Giacomo Mattè Trucco, esterno alla Fiat, assume ruoli diversi, accanto ad altri come Francesco Cartasegna e Vittorio Bonadè Bottino, entro un complesso sistema di relazioni.

Nel luglio 1916 inizia la costruzione dell’Officina di Smistamento, nella parte meridionale dell’area e subito dopo si avvia il progetto delle Nuove Officine, edificio principale dell’impianto, a cinque piani, con manica doppia e corti chiuse, costruito su una maglia omogenea di pilastri in cemento armato.

Nel 1919 viene progettata la pista di prova delle autovetture, un anello lungo un chilometro sul tetto dell’edificio. Per consentire un accesso diretto, nel 1923-1924, viene progettata la rampa elicoidale settentrionale; durante la sua costruzione, intorno al 1926, si progetta l’edificio di collegamento tra le Nuove Officine e l’Officina di Smistamento, che ospita la rampa meridionale, di più complessa concezione strutturale.

Inaugurata nel 1923, la fabbrica è completata nel 1929-1930. Al Lingotto la produzione di autoveicoli termina solo nel 1982. Una società a capitale misto, con la partecipazione delle Fiat, promuove un concorso internazionale a inviti per la riqualificazione dell’impianto, che non individua alcun vincitore.

L’incarico va successivamente allo studio di Renzo Piano, che trasforma parte delle Nuove Officine in un centro congressi, con un grande auditorium; l’Officina di Smistamento diventa uno spazio fieristico.

Una pista per elicotteri e un’ampia sala per riunioni, in una bolla vetrata, sono collocate al di sopra della pista. All’interno viene completato il progetto con la realizzazione di una via commerciale sopraelevata (8 Gallery), di due grandi alberghi (l’NH Lingotto Tech e l’NH Lingotto), di un cinema multisala e della prestigiosa pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli.

Il Fabbricato Uffici, progettato nel 1921-1922, è stato restaurato da Roberto Gabetti e Aimaro Isola e dal 1998 è tornato ad ospitare la sede dell’amministrazione centrale Fiat.

Testimonianza di un passato industriale determinante per l’identità di Torino, il Lingotto rimane un elemento inconfondibile nel panorama urbano, oltre che un’icona della modernità architettonica, conosciuta soprattutto a partire dall’immagine che ne dà Le Corbusier in Vers une architecture, nel 1923.

Aperte le iscrizioni alla 31° edizione della Transappenninica

 

 

Sono aperte le iscrizioni alla 31° edizione della Transappenninica che si volgerà dall’8 al 13 Maggio 2017.

Scarica subito il programma e la scheda di iscrizione e inviala interamente compilata al nostro indirizzo info@transappenninica.com unitamente ai documenti richiesti.

Nel programma sono presenti i contatti per effettuare direttamente la prenotazione alberghiera per chi volesse arrivare a Torino con un giorno di anticipo e partecipare alla tradizionale cena di Benvenuto.

Le iscrizioni si chiuderanno il 28 febbraio 2017.

 

Per il download clicca qui:

scheda-iscrizione-2017           brochure-transappenninica-2017